Ciao, mi chiamo Lorenza, ma va benissimo se mi chiami Winewhale, come su Instagram.

CHI SONO

Ho il terzo livello del WSET e sto studiando per il diploma, e no: non sono “sommelier”. Non so servire e faccio sempre un pasticcio stappando… davvero, è meglio se, di vino, parlo e basta! Come degustatore, mi do un “discreto”: decisamente più che sufficiente, in alcune circostanze perfino molto buono, ma lontano dall’eccellenza.

QUINDI, A CHE SERVO?

È questa mia mancanza di attitudine naturale, oltre a qualche conoscenza su viticoltura, vinificazione e stili di vino, che fa di me una buona guida: ho fatto fatica a distinguere gli aromi nel calice, tutt’ora i più sottili mi sfuggono; ci ho messo anche un po’ a memorizzare quali significano cosa… conosco bene, insomma, quali difficoltà si incontrano e posso mostrarti come superarle. Ho anche una certa propensione all’indottrinamento, sai, sono quella che ti redarguisce quando scrivi “qual è” con l’apostrofo… Qui raccolgo brevi video in cui spiego un po’ delle cose che ho imparato. Sono molto semplici e rudimentali, girati in casa, senza post-produzione, durante l’isolamento del marzo 2020. Si imparano comunque cose interessati!

PER CONTATTARMI

La cosa più diretta è un messaggio su Instagram, ma per le cose che implicano una risposta lunga, preferirei le e-mail. Ho quarant’anni, concedimi schermo e tastiera grandi! Non raccolgo dati tramite il sito e non ho previsto newsletter e formule di iscrizione. Per mandarmi un’e-mail, apri il tuo programma e scrivi a lorenza – chiocciola – zdravljica – punto – com (forse alla fine della pandemia, il provider mi attiva l’e-mail sul dominio… per il momento usiamo la mia).

Mi rifiuto di apparire in foto mentre annuso nel calice con la faccia contrita di quello che svolge un’equazione a due incognite a mente. Ricordami così:

VUOI SAPERE PERCHÉ “WINEWHALE”?

Perché sono grassa e parlo di vino, mi pare sufficiente. Mi sarebbe piaciuto anche chiamarmi Bal-eno, ma mi pareva meno immediato, così mi son buttata sull’anglofono; suona comunque bene. Metà delle volte sbaglio a mettere la h e sembra il pianto di una frustata.

LAST BUT NOT LEAST: HATS OFF TO JESS

La splendida illustrazione dell’header è stata realizzata da Jessica Cozzi, su Instagram come @jesstattooer Poi io l’ho deturpata con le scritte